fbpx

“Erba” a tavola: da Governo e Coldiretti il via libera!

Finalmente la Coldiretti, fa chiarezza sulla cannabis a tavola fra biscotti, farina, olio, taralli e pane che hanno preso un’impennata importante. Infatti è  di oggi la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto che mette un punto, ai limiti massimi di Thc (tetraidrocannabinolo) negli alimenti.

C’è tanta soddisfazione che Coldiretti incassa e porta a corredo alle tante aziende agricole che hanno investito in questa coltivazione.

per esempio la farina ottenuta dai semi di cannabis sativa potrà contenere al massimo 2 milligrammi di thc – il principio attivo – per chilo. Il limite sale 5 milligrammi per l’olio. Non saranno però solamente questi i prodotti che adesso potranno arrivare sulle nostre tavole: via libera, infatti, anche alla ricotta, al tofu e perfino alla birra. I terreni coltivati in Italia, in cinque anni, sono aumentati di dieci volte, passando dai 400 ettari del 2013 a quasi 4000 nel 2018.

da governo e coldiretti via libera alla cannabis a tavola

C’è anche chi usa la cannabis per produrre ricotta, tofu e una bevanda vegana, oltre la birra, chi invece la impiega per realizzare oli per la cosmetica, resine e tessuti naturali ottimi sia per l’abbigliamento, sia per l’arredamento, grazie alla grande resistenza di questo tipo di fibra, e persino per il pellet per il riscaldamento, assicurando una combustione più pulita. Un passo avanti, dunque nello sdoganare l’utilizzo della cannabis, mentre si sta ancora lottando per avere il via libera per la cannabis light.

La Ricetta…

Per preparare la tisana a base di canapa biologica, essiccare e frantumare adeguatamente tutte le parti della pianta di canapa (fiori, foglie, semi, steli). Bollire l’acqua e raffreddarla a circa 80 °C. Si consiglia di aggiungere all’acqua un po’ di latte, un cucchiaino di burro o olio vegetale per sfruttare tutte le potenzialità terapeutiche offerte dai cannabinoidi, che si legano ai grassi e non sono solubili in acqua. Versare circa 2 dl ogni cucchiaino di tisana di canapa (aggiungere altri infusi a seconda del gusto), attendere 2-10 minuti e filtrare l’infuso di canapa. Si possono aggiungere un po’ di miele o zucchero, in base ai propri gusti. Durante l’estate consigliamo di raffreddare la tisana in frigorifero e berla come tè freddo.

Per preparare la tisana di canapa dalle radici di canapa essiccare e frantumare le radici. Bollire lentamente le radici per circa 12 ore e filtrare alla fine. Versare circa 2 dl d’acqua ogni cucchiaino di tisana di canapa. Si possono aggiungere anche altre erbe aromatiche, altre parti della pianta di canapa o zucchero, in base ai propri gusti.

I semi di canapa svolgono un ruolo importante nella tisana di canapa in quanto contengono tante sostanze benefiche, compresi gli acidi grassi Omega 3 e Omega 6

La nomina della Alemani alla Biennale di Venezia “Golpe di Baratta”

Leave a Comment